Informazioni di base

Nella sentenza del 28 ottobre 2020, causa C-321/19, la Corte di giustizia europea ha stabilito che il pedaggio per autocarri riscosso dalla Repubblica federale di Germania ha violato il divieto di superamento dei costi di cui all'articolo 7, paragrafo 9, della direttiva 1999/62/CE, modificata dalla direttiva 2006/38/CE (di seguito "direttiva"). L'articolo 7, paragrafo 9, della direttiva stabilisce che i pedaggi possono essere basati esclusivamente sul principio del "recupero dei soli costi di infrastruttura". Tali costi comprendono i costi di gestione della rete di infrastrutture. In aggiunta, la Repubblica federale di Germania aveva incluso i costi della polizia stradale tra i costi di gestione della rete di vie di comunicazione. I ricorrenti nel procedimento originario dinanzi al Tribunale amministrativo di Colonia si sono opposti (Tribunale amministrativo di Colonia, sentenza del 1° dicembre 2015, 14 K 7974/13).

In appello, il Tribunale amministrativo superiore di Münster ha sottoposto alla CGUE la questione se la presa in considerazione dei costi della polizia stradale nel determinare l'importo dei pedaggi fosse compatibile con l'articolo 7, paragrafo 9, seconda frase, della direttiva (Tribunale amministrativo superiore di Münster, decisione del 28 marzo 2019, 9 A 118/16).

La CGUE ha risposto che "le attività di polizia sono di competenza dello Stato che agisce nell'esercizio dei suoi poteri pubblici e non come gestore dell'infrastruttura stradale". Pertanto, secondo la CGUE, i costi della polizia stradale non possono essere considerati costi operativi ai sensi dell'articolo 7, paragrafo 9, della direttiva (CGUE, sentenza del 28 ottobre 2020, C-321/19, n. 26 e seguenti). La determinazione del pedaggio viola, almeno nella misura in cui si basa sui costi della polizia stradale, il diritto europeo.

A seguito della decisione della CGUE, il Tribunale amministrativo superiore di Münster dovrà ancora decidere se anche altre componenti del pedaggio per autocarri sono illegali e, di conseguenza, in che misura sussistono richieste di rimborso.